Convento di S. Francesco a Folloni

83043 - Folloni - Montella (AV)

Il monastero deve il suo nome al luogo (il bosco di Folloni)dove, secondo la leggenda, soggiornò San Francesco d'Assisi di passaggio verso il santuario di San Michele sul Gargano (1222). Il complesso conventuale, costruito nel XII sec., trasformato tra il XVI e il XVIII sec., raccoglie tavole e tele provenienti dalle chiese del territorio di Montella, Bagnoli Irpino e Cassano, distrutte dal terremoto del 1980. Aperto al pubblico nel 1981, ampliato nell''82, il museo ospita opere rappresentative soprattutto dell'area della Alta Valle del Calore, favorita culturalmente dalla presenza della famiglia Cavaniglia che dal 1445 e per oltre un secolo governò su quei territori, promuovendone lo sviluppo. Tra i capolavori l'Annunciazione di Francesco da Tolentino (XVI), una Madonna con Bambino attribuita a Giovanni Antonio d'Amato (XVII), Cristo cade sotto il peso della croce e Cristo redentore benedicente di Andrea d'Aste (XVIII), Cristo incontra le pie donne di Filippo Pennino (XVIII), Il miracolo del sacco di Raffaele Marinari (XIX), vari dipinti dedicati a San Francesco di ambito culturale napoletano del XVII sec.; inoltre una splendida Croce processionale in argento cesellato del XV sec. e la Giornéa di Diego Cavaniglia di manifattura campana in raso di seta del XV sec. che rappresenta un unicum dato che non sono stati ad oggi rinvenuti indumenti simili ad essa.

Status: Open

Sito Webwww.complessosanfrancescoafolloni.beniculturali.it/index.php?it/72/il-convento